Pinot Nero Lavis “storie di vite” e il suo luogo ideale…

Gli esperti dicono che la massima espressione del Pinot Nero si trovi in Trentino dove le forti escursioni termiche danno un sentore particolare al vino. I profumi ricordano i frutti rossi di amarene e lamponi con leggeri sentori di legno. Un vino che ero curiosa di provare per capire le caratteristiche e la struttura tipica di un pinot nero. Nasce in un terreno franco-sabbioso e mediamente fertile, dove le uve vengono raccolte manualmente nell’ultima settimana di settembre e sottoposte a fermentazione con temperatura controllata in serbatoi d’acciaio inox, dopo di che viene fatto l’affinamento in barriques per circa 6 mesi, prima dell’imbottigliamento. Di color rosso rubino con importanti riflessi granato, struttura abbastanza consistente e tannini fitti e non invasivi. Un ottimo vino che si abbina perfettamente a primi piatti a base di funghi e carni bianche. Graduazione alcolica 12,5%.
Il mio abbinamento è stato con delle tagliatelle al tartufo nero e devo ammettere che è stato estremamente piacevole, provare per credere…
http://www.foodimmersions.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *