BROCCOLI

 
Passate le feste natalizie è tempo di depurarsi un pò e l’ingrediente che vi presentiamo è proprio quello che fa al caso nostro, sentiamo cosa ci dice la Nutrizionista oggi sui broccoli…
 
I broccoli sono ortaggi appartenenti alla famiglia delle crucifere, insieme a cavoli e cavoletti di bruxelles, crescione, rucola e ravanelli.
I broccoli son ortaggi ricchi di sali minerali come, specialmente calcio, ferro, fosforo, e potassio. Contengono anche vitamina C (indispensabile per prevenire diverse patologie che vanno, dalle malattie cardiache all’osteoporosi), vitamina B1 e B2, fibra alimentare (per questo sono indicati in caso di stitichezza), sulforafano, una sostanza che previene la crescita di cellule cancerogene, impedisce anche il processo di divisione cellulare con conseguente apoptosi (morte della cellula) ed esplica un’azione protettiva contro i tumori intestinali, polmonari e del seno. I broccoli combattono la ritenzione idrica aiutando l’organismo a disintossicarsi e ad eliminare le scorie.

 

Si tratta di alimenti preziosi, dalle virtù curative straordinarie, compresa quella di ridurre il rischio di cataratta e proteggere dall’ictus.
 
CASERECCE AI BROCCOLI E PESTO DI POMODORI SECCHI
 
 
 
Ingredienti:
 
– 180 gr di caserecce
– 1 broccolo da circa 250 gr
– 160 gr di pomodori secchi sott’olio
– 1 spicchio d’aglio 
– 1 peperoncino
 
Tagliare il broccolo a pezzi ed eliminate la parte di gambo più dura e le foglie. Cuocete in abbondante acqua salata per 5 minuti, dopo di che scolatelo e saltatelo in padella con un filo d’olio evo, uno spicchio d’aglio privato del seme interno e un peperoncino privato dei semi interni.
Cuocete la pasta nella stessa acqua di cottura dei broccoli e nel frattempo con l’aiuto di un mixer tritare i pomodori secchi aggiungendo un paio di cucchiai d’acqua di cottura della pasta.
Cuocete la pasta al dente, scolatela e tuffatela nei broccoli (eliminate l’aglio e il peperoncino) e aggiungete a questo punto il pesto di pomodori secchi amalgamando bene il tutto. 
 
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *