LE CAROTE

La prima caratteristica che mi viene in mente pensando alle carote è la presenza di sostanze che aiutano a proteggere la pelle dall’esposizione dei raggi solari ma in realtà le carote hanno ben altre sostanze utili al nostro organismo, ecco perchè è davvero importante introdurle nella nostra alimentazione, ecco che allora Elisa Zaffini, nutrizionista dello Spazio Salute San Decenzio ci illustra le caratteristiche di questo ortaggio:
La carota è considerata da sempre un ortaggio-farmaco grazie alla concentrazione di vitamine, sali minerali, carotenoidi e flavonoidi che possiede. È soprattutto ricca di betacarotene, il precursore della vitamina A, ovvero il principio attivo che dà colore alla radice. Il betacarotene è un potente antiossidante: combatte la formazione dei radicali liberi, i maggiori responsabili della degenerazione cellulare, e favorisce la salute degli occhi e in particolare della pelle grazie all’estensina, una proteina che agisce sull’idratazione epidermica.

La carota possiede anche sali minerali (potassio, sodio, calcio, fosforo), vitamine del gruppo B, D, E, fitoestrogeni e fibre, che migliorano il metabolismo di intestino e del fegato. Per chi soffre di colon irritabile la carota svolge un ruolo normalizzante riducendo le diarree e regolarizzando le evacuazioni. Più il colore è intenso, maggiore è il contenuto di betacarotene.
Quando si acquistano le carote, è bene accertarsi che siano sode, prive di macchie e provenienti da colture biologiche: è garanzia di una maggiore quantità di principi attivi e assenza di pesticidi.
In tal caso, si può mangiare anche la buccia, la parte più ricca di betacarotene.”
 
QUENELLE DI CAROTE CON ROBIOLA ALL’ERBA CIPOLLINA
 
 
200 gr di carote
100 gr di robiola
 erba cipollina
1 fetta di limone
 
Tritare le carote in un mixer spremendoci all’interno una fettina di limone.
Mescolare la robiola con l’erba cipollina tagliata fine e unirla alle carote.
Con l’aiuto di 2 cucchiai formare le quenelle e servirle come antipasto o come fingerfood per un aperitivo.
 
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *