KAMUT

 
Ormai chi mi segue lo sa che amo variare la mia alimentazione inserendo spesso farine diverse dalla bianca per prediligere quelle più integrali che abbiano un maggior contenuto di fibre in modo da migliorare la digestione, oggi parliamo di un cereale che non è integrale ma è comunque molto più digeribile rispetto ad altri….scopriamo insieme alla Nutrizionista, il Kamut:
“Il kamut (Grano khorasan) è un cereale che appartiene alla famiglia delle Graminacee. Ricco di nutrienti e di proteine, è noto per le sue proprietà antiossidanti.
La caratteristica che rende il Kamut così particolare, è il fatto di essere un grano antico, non geneticamente modificato, cioè non OGM, e quindi di conservare le caratteristiche genetiche (e di conseguenza proteiche) originali dell’antica pianta selvatica.  Il Kamut ha caratteristiche nutrizionali leggermente diverse dal frumento comune, primo fra tutte, un maggior contenuto di proteine e una minor quantità di carboidrati, che lo rendono un cereale  più adatto a chi vuol controllare il profilo glicemico della dieta. Questa varietà di grano inoltre, rientra in quella ristretta fascia di cereali ‘antichi’ non modificati, razionalmente più digeribili …  la maggior parte delle persone che provano a confrontare la digeribilità di un piatto di pasta di grano ‘moderno’ e uno di kamut, si accorge della differenza!  Il kamut si pone come alternativa al frumento comune, per tutti quelli che vogliono consumare un grano di alta qualità ed evitare frumento modificato, contenente glutine modificato, che sempre più, risulta dannoso all’intestino. Il kamut NON è indicato per chi ha problemi di CELIACHIA, perchè contiene glutine e per chi è ALLERGICO al GRANO, perchè è comunque un tipo di grano.”
 
PANINI DI KAMUT CON OLIVE NERE
 
 
 
500 gr di farina di Kamut
150 gr di lievito madre oppure 25 gr di lievito di birra
100/150 gr di latte
olive nere
 
Sviogliere il lievito nel latte tiepido con un pizzico di zucchero, dopo di che predisporre la farina di kamut a fontana e unire il latte con il lievito, amalgamando a mano a mano fino a formare un impasto liscio ed omogeneo. Ungere un recipiente e inserire l’impasto all’interno che andrete a ricoprire con un panno o con una pellicola e lascerete lievitare in forno spento per 7/8 ore. Trascorso il tempo necessario alla lievitazione l’impasto sarà aumentato di volume e a questo punto prendete le olive nere, le tagliate a pezzi e le inseriamo nell’impasto. Rimpastiamo il tutto e formiamo 8 panini da circa 100 gr l’uno. Adagiamo i panini su una teglia da forno ricoperta con carta da forno e lasciamo lievitare altre 3/4 ore, dopo di che inforniamo per 30 minuti a 180°.
 
 
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *