CARDAMOMO

Una delle cose che amo di più in cucina è la scoperta egli ingredienti:cosa sono?da dove provengono?che forma hanno?e i loro profumi?Sono sempre stata una persona curiosa e ho sempre assaggiato tutto fin da bambina e questa curiosità non mi è mai passata anzi l’ho trasformata in qualcosa di pratico, ovvero piatti, che sono semplici,spesso leggeri e genuini, alla portata di tutti e grazie ai consigli della Nutrizionista ora sono anche consapevoli…
 Scoprite le proprietà del cardamomo e provate a fare la ricetta che vi ho preparato….
“Il cardamomo è ricco di proprietà benefiche sia per la salute che per la bellezza. Ottimo anche in cucina è perfetto per ottenere tisane salutari. Il cardamomo è originario dell’India Meridionale ma si è diffuso in tutti i tropici ed è il frutto dell’omonima pianta. Si presenta come una capsula color verde o marrone scuro al cui interno sono racchiusi i semi. Per utilizzarlo si deve rompere la capsula e prelevare i semi che possono essere macinati o usati per infusioni. Si consiglia di acquistare i frutti interi perché l’odore forte di questa spezia si dilegua molto velocemente. Viene utilizzato principalmente per aromatizzare le pietanze, anche se nel nostro Paese non è molto conosciuto. Il cardamomo contiene molta vitamina C, potassio e magnesio, ma anche manganese che aiuta l’organismo ad assimilare i nutrienti come le vitamine. L’assunzione di cardamomo aiuta a allontanare vomito e nausea ed è un ottimo alleato anche contro il meteorismo. Grazie agli oli essenziali di cui è ricco aiuta la produzione di succhi gastrici stimolando l’appetito. Combatte l’alitosi masticare cardamomo aiuta a combattere l’alito cattivo. Il cardamomo ha proprietà benefiche in caso di infiammazioni delle vie aeree ed è un valido aiuto in caso di tosse e raffreddore. Se da una parte il cardamomo stimola l’appetito, dall’altra accelera il metabolismo ed è quindi indicato in caso di diete. Utile per una pelle bella e sana Usare l’olio essenziale di cardamomo su una garza aiuta a combattere la psoriasi e le acne. Inoltre è utile per la perdita di capelli perché stimola i follicoli. Grazie alle sue proprietà antisettiche il cardamomo può essere usato anche in caso di piccole escoriazioni. Il cardamomo è uno degli ingredienti principali del famoso curry. Viene usato molto nella cucina indiana per insaporire riso e verdure, ma anche in quella araba per la preparazione del prezioso caffè dove il cardamomo la fa da padrone con l’80% di partecipazione a fronte del 20% di caffè. Cardamomo: controindicazioni In linea generale il cardamomo non ha importanti controindicazioni, ma ognuno è diverso e potrebbe risultare in qualche modo intollerante al prodotto. Sappiamo comunque che è da evitare in caso di calcoli alla colecisti perché potrebbe smuoverli scatenando la colica. “

VELLUTATA DI CAVOLFIORE AL CARDAMOMO E ANACARDI


1 cavolfiore bianco
 1 broccolo romano
4/5 bacche di cardamomo
10 anacardi
sale, olio evo
Spezzare le bacche di cardamomo e prelevare i semi interni. Metterli in acqua e lasciare bollire.
Appena l’acqua bolle tagliare il cavolo e il broccolo e tuffarlo nell’acqua aromatizzata e cuocere per 10 minuti.
Scolare l’acqua in eccesso (magari tenetela da parte se vi dovesse servire per creare una vellutata più liquida)ne dovrà rimanere poca e frullate i cavoli con il frullatore ad immersione. Salate la vellutata e disponetela in un piatto aggiungendo gli anacardi, un filo d’olio evo e un paio di crostini di pane tostati in forno. Servite fumante la vostra vellutata al profumo di cardamomo.
http://www.foodimmersions.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *