RANA PESCATRICE

Nessuna spina pericolosa e un sapore molto delicato, la rana pescatrice oltre ad avere questi pregi contiene un sacco di sostanze nutrienti per il nostro organismo!Scopritelo insieme alla nutrizionista, poi venite con me in cucina, vi svelerò una tecnica per cucinarla al meglio! 😉
“La rana pescatrice (Lophius piscatorius) è un pesce marino appartenente alla famiglia Lophiidae. È presente nel mar Mediterraneo, nel mar Nero e nell’Oceano Atlantico orientale. Predilige i fondali sabbiosi o fangosi, dove si mimetizza.
Quali sono le proprietà nutrizionali della rana pescatrice? Come gli altri prodotti della pesca, la rana pescatrice contiene proteine, sali minerali (fosforo, potassio e sodio), e vitamine.
In particolare, 100 grammi di rana pescatrice contengono: •12,8 g di proteine •0,22 g di grassi •0,6 g di carboidrati •63 Kcal
La rana pescatrice è un pesce pregiato, dalle carni magre e facilmente digeribili ed è pertanto indicato in un regime alimentare ipocalorico. 
È una fonte importante di sali minerali: il fosforo, fondamentale per il benessere di ossa e denti; il potassio, che aiuta a mantenere la pressione nella norma e può diminuire il rischio di calcoli renali ricorrenti e il rischio di perdere tessuto osseo durante l’invecchiamento; il sodio  regola il passaggio dei nutrienti all’interno e all’esterno delle cellule.
È sempre bene consumare la rana pescatrice dopo averla cucinata: il calore infatti annienta eventuali sostanze tossiche, come per esempio Anisakis, un parassita molto diffuso. 
La rana pescatrice si pesca tutto l’anno, con un lieve calo nei mesi estivi.”

RANA PESCATRICE IN VASOCOTTURA

coda di rana pescatrice
1 radicchio lungo
zenzero fresco
1 spicchio d’aglio
timo, prezzemolo
vino bianco
sale, pepe nero
Prendiamo la rana pescatrice e tagliamola in piccoli bocconcini togliendo il midollo centrale. Condiamo il pesce con sale e pepe nero, poi inseriamolo all’interno di un vasetto di vetro con la chiusura ermetica e uniamo insieme il radicchio tagliato, uno spicchio d’aglio, un pezzetto di zenzero, il timo, il prezzemolo tritato e innaffiamo tutto con un goccio di vino bianco e un goccio di acqua. Chiudiamo il coperchio e immergiamo il vasetto in una pentola con acqua bollente. Facciamo bollire per 25 minuti(come se facessimo sterilizzare il vasetto). Dopo di che tiriamo fuori il vasetto dalla pentola, asciughiamolo bene e serviamo la nostra rana pescatrice. Una volta aperto il coperchio, il contenuto sprigionerà un’aroma fantastico e la rana pescatrice rimarrà morbida e dal spore delicato.
http://www.foodimmersions.com/

Ricette correlate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *