COUS COUS

Il cous cous è un cibo ormai noto in tutta Italia e non solo, ed è entrato a far parte di moltissime ricette.
Ma il cous cous fa ingrassare oppure lo si può tranquillamente consumare? Per capirlo cerchiamo di
analizzare la composizione di questo alimento.
Questo prodotto si ottiene dal grano duro (il cui nome scientifico è Triticum durum), attraverso un processo di macinazione che permette di ottenere piccoli chicchi che vengono aggregati in tanti piccoli granuli servendosi di poca acqua e di un grosso piatto dove eseguire l’operazione. Questo prodotto viene cotto a vapore e, da un punto di vista nutrizionale, non è particolarmente diverso rispetto alla più nota pasta, che si ottiene dal medesimo tipo di grano.
Tuttavia il cous cous contiene una quantità di acqua maggiore, la quale viene assorbita nel corso della
cottura: questo lo rende un piatto adatto anche a chi sta seguendo una dieta ipocalorica, in quanto è più
leggero, conferisce un senso di sazietà e garantisce un buon apporto di fibra.

Quante calorie contiene il cous cous?
Sulla base di ciò che abbiamo appena detto si capisce che questo alimento si può inserire nel menù di chi
sta seguendo una dieta. Infatti, il cous cous, pur essendo un derivato del grano duro, è meno calorico della
pasta o del pane.
Tuttavia, non è il cous cous in sé che apporta molte calorie piuttosto bisogna fare molta attenzione al
condimento che si sceglie: aggiungere della carne non poco magra o del brodo molto ricco possono
naturalmente trasformare una ricetta poco calorica in una pietanza che chi è a dieta dovrebbe evitare.
Come abbiamo detto il condimento può costituire la parte più calorica della portata, dunque attenzione al
sugo che adoperate se non volete che un solo pasto vi apporti un elevato quantitativo di calorie. Infatti,
il cous cous da solo ha poche calorie: 110-150 chilocalorie ogni 100 grammi, circa metà delle calorie della
pasta normale e del riso.

Il cous cous ha un buon quantitativo di proteine, tenendo presente che stiamo parlando comunque di
farinacei. Questa caratteristica lo rende idoneo all’alimentazione di chi pratica un sport.
Il cous cous contiene anche una buona dose di fibra alimentare per un valore di 2,2 grammi ogni 100
grammi di prodotto. La fibra, come abbiamo ripetuto più volte nei nostri articoli, favorisce il transito intestinale e dona un senso di sazietà duraturo, un binomio importante per chi sta seguendo una dieta con l’intento di dimagrire.
Un altro componente contenuto in questo alimento è il selenio: una porzione da 100 grammi ne contiene
circa la metà della quantità giornaliera raccomandata. Questo minerale è fondamentale per il funzionamento di molti processi vitali, come quelli legati al funzionamento della tiroide.

IL COUS COUS DEL CAVOLO

Ingredienti:
 
  • –  160 gr di cous cous
  • – 100 gr di cavolo nero
  • – 100 gr  di cavolo cinese
  • – 1  cavolo rosa
  • – aceto balsamico
 
Saltare i cavoli in una padella antiaderente con un filo d’olio evo e mezzo bicchiere di aceto balsamico, allungare con un goccio d’acqua e coprire il tutto con il coperchio per 6/7 minuti.
Nel frattempo bagnare il cous cous con acqua bollente leggermente salata o se ce l’avete, del brodo vegetale(sedano, carota e cipolla). 
Quando il cous cous si sarà gonfiato, sgranatelo con una forchetta e conditelo con un filo d’olio evo. Aggiungete il cous cous ai cavoli saltati e servite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *