VERZA

La verza è un vero toccasana per la nostra salute perché è diuretica, antisettica e rimineralizzante.

La verza è saziante ma sviluppa poche calorie, circa 27 ogni 100 grammi ed è per questo consigliata a chi ha problemi di peso. Apporta vitamina A, vitamina K e vitamina C, fondamentale per le difese immunitarie e la salute delle arterie. Le sue proprietà diuretiche sono legata al suo contenuto di acqua che sfiora circa il 90% e al basso contenuto di grassi, che la rende ideale a tutte le età. La verza aiuta a  depurarsi, sgonfiarsi e tenere lontano numerose patologie.

Secondo alcuni studi, la verza potrebbe ridurre il rischio di sviluppare alcune forme tumorali, come quelle a carico dello stomaco. In passato veniva largamente impiegata per curare l’ulcera ed il malessere provocato dal troppo bere; le foglie invece, erano applicate in caso di traumi e dolori articolari.

Economica e versatile grazie alle fibre migliora il transito intestinale e combatte la stitichezza. Inoltre, apporta preziosi antiossidanti, carboidrati e sali minerali come il potassio, calcio, magnesio e zolfo. E’ proprio lo zolfo, responsabile anche del tipico odore di tutte le specie appartenenti alla famiglia delle brassicacee, a renderla molto utile per trattare piccoli brufoli o altri stati infiammatori della pelle. Consumare regolarmente la verza consente di preservare il benessere del sangue e di molti organi, come gli occhi; è indicata anche per contrastare l’artrosi ed i dolori articolari. Sotto forma di decotto lenisce i problemi bronchiali e l’asma. La verza è alleata non soltanto della salute ma anche della bellezza perché combatte l’invecchiamento e può essere usata per guarire le infiammazioni e gli eczemi della pelle. La verza, largamente coltivata in Italia, è un prodotto autunnale ed invernale che può anche essere consumato crudo o cotto al vapore, così da non perdere nessun beneficio.

Le foglie più esterne si prestano a numerose preparazioni come brodi, vellutate e minestre.

FARFALLE VERZA E SALMONE

400 gr di farfalle
500 gr di salmone fresco
1/2 verza o anche meno(dipende dalla grandezza)
 1 cipollotto
 
Cuocere la verza in abbondante acqua salata. In una padella con un filo d’olio evo stufare un cipollotto tagliato sottile e cuocere il salmone tagliato a tocchetti o a listarelle (è indifferente, tanto poi si sfalderà una volta cotto) e condire con un pizzico di sale e di pepe nero macinato. Scolate la verza, tagliatela con un coltello e aggiungetela al salmone e al cipollotto, Nel frattempo cuocere la pasta nella stessa acqua dove avete cotto la verza. Una volta cotta scolate la pasta nel sugo di salmone e verza e fatela saltare per qualche minuto aggiungendo un goccio d’acqua di cottura e servite.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *