Tagliata alle erbe aromatiche e Cardomagno

La tagliata è uno di quei piatti che spiega bene il concetto di succulenza.

La succulenza è infatti una sensazione tattile percepita all’interno della cavità orale, legata alla presenza di liquidi in bocca. 

La tagliata provoca una succulenza intrinseca se vogliamo essere precisi, perchè la masticazione favorisce la fuoriuscita dei succhi presenti all’interno dell’alimento. E quindi che vino ci abbiniamo?

Abbiniamo un Cardomagno dell’azienda Il Conventino di Monteciccardo in quanto presenta un tannino fitto ma non invadente e bello maturo e un alcolicità importante che aiutano ad asciugare i succhi presenti nella carne, andando quindi in contrapposizione, l’abbinamento trova un equilibrio perfetto, dato anche dall’aromaticità che riscontriamo sia nel piatto dovuto all’aggiunta di erbe aromatiche sia nel vino dovuto alla maturazione all’interno di barrique e tonneau per almeno 24 mesi. 

Ingredienti:

  • 500 gr di controfiletto di vitellone
  • rosmarino, salvia, timo, maggiorana
  • olio evo Frà Pasquale
  • sale grosso rosa dell’ Himalaya
  • pepe nero

Preparazione:

Cuocere la carne può sembrare una cosa semplice, in realtà bisogna stare molto attenti ai tempi di cottura.

Innanzi tutto io condisco questo tipo di carne dopo che è stata cotta, in modo che il sale si sciolga più lentamente e le erbe aromatiche e il pepe rimangono freschi e non carbonizzati dalla cottura.

Decidere il metodo di cottura:

  • Blue 1° minuto per lato – esterno rosolato, interno decisamente crudo (temperatura interna 30 °)
  • Al sangue 2° minuti per lato – buona rosolatura esterna e interno rosso (temperatura interna 45- 50°)
  • Media 4° minuti per lato – esterno leggermente abbrustolito e rosata al centro (temperatura interna 65°)
  • Ben Cotta 6° minuti per lato – esterno decisamente rosolato e interno uniforme (temepratura interna 78°) 

Una volta cotta conditela intera con sale grosso, il trito di erbe aromatiche fresche, una macinata di pepe nero e un giro di olio extra vergine di oliva Frà Pasquale! Sorseggiate un calice di Cardomagno e godetevi questo momento di pura goduria!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *