Il maialino nel coccio

Una ricetta non proprio estiva ma che ti emoziona quando la crei

Metti un lombo di maiale con qualche bacca di ginepro, una cipolla rossa di tropea, rosmarino del giardino e vino rosso Barbera che gli permette di cuocersi lentamente e creare quella succulenza perfetta che alimenta le ghiandole salivari e ti fa dimenticare la calura di questa stagione.

Una volta cotto il tutto verrà poi esaltato da Olio extra vergine di Oliva di Emozioneolio, in questo caso opto per il Risveglio, il Monovarietale Raggiola che sprigiona il suo massimo profumo e porta il piatto ad un livello superiore.

 

Ingredienti:

  • 750 gr di lombo di maiale
  • 1 cipolla di tropea
  • Chiodi di garofano
  • Rosmarino
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale
  • Pepe nero
  • Risveglio – olio evo Emozioneolio
  • Vino rosso Barbera d’Asti Banfi

Preparazione:

Massaggiare il maiale con sale, pepe nero  e un filo d’olio evo.

Legare il lombo di maiale con uno spago e inserirlo in una casseruola rovente dove andrà rosolato da ogni lato per creare la crosticina (reazione di maillard)

Dopo di che togliete dal fuoco e mettetelo in una casseruola da forno con coperchio o nel maialino di coccio(se l’avete).

Tritare il rosmarino e aggiungerlo insieme ai chiodi di garofano e l’aglio intero sbucciato.

Aggiungere mezza bottiglia di barbera e chiudere con il coperchio.

Cuocere per 50 minuti a 200 gradi in forno ventilato.

Servire il maialino a fettine aggiungendo un filo di Risveglio monovarietale raggiola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *