Rossini Bistrot

Oggi vi voglio parlare di un nuovo ristorante che ha aperto in città: Il Rossini Bistrot.

Rossini Bistrot  si trova a Pesaro in via Passeri, nella via adiacente al Teatro Rossini, il fulcro culturale della mia bella città.

A prima vista potrebbe sembrare un ristorante di una certa importanza, un ristorante molto esclusivo, elegante e minimale, con attenzione alla scelta dei colori e degli arredi, un ristorante intimo e riservato a pochi, con una cucina a vista e un piccolo cortile interno molto piacevole.  Ma non è proprio così.

Varcando la soglia d’ingresso, mi addentro per capire meglio il ristorante. L’atmosfera che si respira, mi catapulta immediatamente nel quartiere di Saint Germain a Parigi, e penso che, finalmente anche la città di Pesaro ha il suo meritato bistrot d’eccellenze locali.

Seduta al tavolo, mi sento a mio agio, in un ambiente giovanile e poco altezzoso. Ben curato nei dettagli.
Il menù proposto è un connubio di “piatti classici” reinterpretati ad arte dallo chef Cesare, il quale dopo la sua esperienza pluriannuale in diversi ristoranti di fama internazionale, ha deciso di ritornare nella sua città e raccontare tutto quello che di buono si trova al di fuori dei confini pesaresi.

Un vero e proprio viaggio tra le varie regioni d’Italia, questo è il Rossini bistrot, un luogo magico che  si vuole distinguere dagli altri ristoranti per la qualità eccelsa delle materie prime e per la tecnica di cottura eseguita “a pennello” sulle pietanze.

Il punto fermo del menù è l’attenzione nella scelta dei prodotti di qualità, rispettati il più possibile per esaltarne il territorio di provenienza, sia per i piatti di carne, pesce, che per le verdure di stagione. Una varietà di sapori in costante cambiamento, a discrezione dello chef.

Anche la carta dei vini è fresca e interessante. Infatti ho avuto il piacere di trovare vini che derivano da una ricerca molto accurata e minuziosa, non messi lì per caso o semplicemente dettati dalla moda del momento. Vini anche di piccole cantine artigianali, ancora poco presenti sul mercato.

Ma ora si mangia.

Le verdure pastellate con salsa agrodolce è stato il mio trampolino di lancio in questa avventura rossiniana, perfettamente croccanti, accompagnate da una salsa piacevole, e di quella consistenza mielosa giusta per intingere le verdure a volontà.

A seguire una bella pasta fresca con ripieno alle melanzane. Pasta rigorosamente fatta in casa, buona la cottura, ottimo il ripieno, ma forse il condimento copriva eccessivamente il sapore della melanzana.

Poi la svolta: Il Filetto alla Rossini, il più buono di sempre.

E’ difficile descrivere a parole le sensazione che mi ha evocato questo piatto ma solo a ripensarci mi esplodono le ghiandole salivari! 

Una cottura perfetta e una cremosità impeccabile, con il fois gras dominante ma allo steso tempo aggraziato dalla salsa creata in cottura, arricchita dal tartufo, quale ingrediente prediletto e immancabile nella cucina del maestro.

Un piatto incantevole che non vorresti finisse mai, ma arriva il momento del dolce, gentilmente consigliato da Eliana. Una degustazione di formaggi di Brancaleoni abbinati a una superba composta di limoni rigorosamente fatta in casa.

Che dire, top!

Dopo una cena così, potresti aspettarti una sorpresa nel finale…ma invece, sono rimasta piacevolmente colpita anche dal conto (che mi aspettavo maggiore rispetto a quello effettivamente pagato). Bene.

Rossini Bistrot è un posto in cui sicuramente tornerò, per scoprire sempre nuovi piatti e allenare le papille gustative a nuovi viaggi esperienziali.

 

Rossini Bistrot – Via Passeri, 80 61121 Pesaro, PU Tel.0721861143

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *