La crescia di Pasqua

Ve l’avevo promessa e anche se Pasqua è passata da un po’, la crescia di Pasqua è una di quelle ricette tradizionali che non stanca mai…

Visto e considerato che a breve ci sarà il 25 aprile e il primo di maggio, questa potrebbe essere una ricetta super gustosa da portare nei vostri picnic, che abbinata ad un pezzo di caciotta di Urbino e 2 fettine di ciaiuscolo è “la morte sua!” 🙂 Il tutto ovviamente accompagnato da un ottimo vino rosso come l’Aulente di San Patrignano o perchè no, una birra artigianale del birrificio Oltremondo a base di farro…a voi la scelta!

Ingredienti:

– 5 uova
– 250 gr di farina 0
– 250 gr di farina di farro integrale
– 1 cucchiaino di zucchero
– 100 gr di pecorino stagionato
– 150 gr di parmigiano reggiano
– 100 gr di emmetal
– 100 gr di olio evo
– 1 cubetto di lievito di birra
– 150 ml di latte parzialmente scremato tiepido
– 10 gr di sale
– pepe nero macinato

Sciogliere il cubetto di lievito e lo zucchero nel latte tiepido. Unire le farine, il sale, il pecorino, il parmigiano reggiano e le uova. iniziare ad impastare tutti gli ingredienti, aggiungendo il latte e l’olio evo un po alla volta fino a che non risulti tutto ben amalgamato. Non vi preoccupate se l’impasto vi sembrerà appiccicoso, perchè deve essere così. Infine aggiungete l’emmetal a cubetti e riponete l’impasto nella teglia apposita alta e tonda oliata, e lasciate lievitare per circa 2 ore e mezza in forno con la luce accesa ricoperta da un panno di cotone.
Passate le due ore e mezza, cuocere in forno statico preriscaldato, a 180° per 60 minuti.
Per cuocere la crescia in modo perfetto e cercando di mantenere una certa umidità all’interno del forno, aggiungete una ciotolina di acqua sullo stesso ripiano.
Una volta cotta, lasciatela raffreddare dopo di che accompagnatela con salumi, erbe di campo e formaggi a vostro piacimento.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *