Bruxelles perchè no?!

 
Il quesito più in voga al mio rientro è stato “ma perchè hai scelto proprio Bruxelles?”
Risposta: perchè no?!Che avete tutti contro Bruxelles?!
Dopotutto è una città importante, sede del Parlamento Europeo, patria della birra, dei waffle e delle patatine fritte e del cioccolato.
Una città dove mio nonno andava a lavorare quando si trasferì in Francia; una città giovane e in crescita.
Partiamo dalla Grande Place, la piazza centrale, come si arriva si rimane sbalorditi dalla ricchezza degli edifici, in stile gotico dell’hotel de Ville e la Maison du roi.
Intorno a questa piazza, vie piccole ma ricche di botteghe del cioccolato, a quelle dei waffle, insomma un vero paradiso per i golosi di dolcezze e non solo…e infatti vogliamo parlare dei pub che che ci sono in tutta la città e la selezione di birre che hanno? Pils, Weiss, Riple, Trappiste…e infine la gueuze, il cosidetto champagne del Belgio.
Una birra a fermentazione spontanea che viene prodotta mescolando un lambic giovane ad uno vecchio di 2 o 3 anni, dopo di che viene imbottigliata e qui subisce una seconda rifermentazione grazie agli zuccheri presenti nel lambic più giovane. Unico produttore rimasto è Cantillon dove sono andata a visitare tutta la produzione e ad assaggiare questa particolarissima bevanda. Un sapore inaspettato, acidulo e forte, non proprio nelle mie corde, che ahimè, non sono riuscita ad apprezzare.
Di Bruxelles mi è rimasta la sensazione di essere una città che ha voglia di espandersi e di essere un punto d’incontro centrale in Europa, una città immatura ancora, ma che piano piano cresce e si espande…una città curiosa e piacevole che si gira tranquillamente  a piedi e con mezzi pubblici.
Una città da cui non ti aspetti molto, ma per chi è curioso può sorprendere e lasciarvi soddisfatti per la scelta della vostra meta…
 
 
 
 
Scopri che è ELISA PRIOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *